VILLA FARNESE DI CAPRAROLA

Villa Farnese di Caprarola sorge su un posto che era strategico per i Farnese nell’estendere il loro potere verso Roma.

Nello stesso tempo Caprarola immersa nel verde dei Colli Cimini, era adatta alla caccia e anche alla pesca. Visto, che nelle immediate vicinanze si trova il lago di Vico, la cui leggendaria nascita venne dipinta nella Sala di Ercole del palazzo.

Quando verso la fine del 1549 il cardinale Alessandro Farnese torna dalla Corte Pontificia di Roma nella vecchia fortezza disegnata da Antonio da Sangallo, decide.

Commissiona il progetto di un nuovo edificio, che fungesse sia da castello fortificato, sia da palazzo rappresentativo, sia da luogo di relax, a Jacopo Barozzi.

Ecco, come nasce nel Secondo Cinquecento Villa Farnese di Caprarola, su una fortezza precedente, mai compiuta.

Esce fuori un complesso grandioso che ostenta la ricchezza e il potere dei Farnese, della loro Corte, della loro maniera di vivere.

Da non perdere:

Il piano nobile con tante sale affrescate, compresa la Sala del Mappamondo. La Scala Regia, una scala elicoidale celebre nell’architettura del Vignola. I Giardini Bassi con la Fontana dei tartari. I Giardini Alti a terrazze con fontane, labirinti, sculture e con la Casa del Piacere.

Palazzo Farnese Caprarola

Particolare dei Giardini Alti a Villa Farnese di Caprarola

Posted in Senza categoria.