Esplora il ricco territorio della Tuscia con Guide Ufficiali, esperte e preparate! Chiedi preziosi suggerimenti per pianificare il tuo tour per scuole e per gruppi adulti al + 39 3284248738

cell. 328 4248738 email: info@artinvistaguideviterbo.com

IL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI VITERBO, LA TUSCIA - Da scoprire!

La zona del viterbese presenta dei paesaggi vari e di grande fascino, dispone di colline di media altitudine, due laghi di origine vulcanica (lago di Bolsena e Vico), ampie zone pianeggianti (Maremma Viterbese) e di una vasta area termale nei pressi di Viterbo. Furono gli Etruschi (sec. VIII a.C.-I a.C.), la popolazione più dinamica dell’Italia preromana, i primi a segnare l’identità culturale dell’area dell’odierna provincia di Viterbo, la „Tuscia”, che ricopre la parte meridionale dell’antica Etruria. La terra dei „Tusci o Etusci” come chiamavano i Latini agli abitanti di questi luoghi, vide trasformarsi il suo volto sotto l’azione di questa civiltà ben conosciuta dai grandi popoli del Mediterraneo. Rete viaria, città e necropoli, paesaggi agricoli con piante acquisite dai Greci come la vite e l’olivo resero nuovo il territorio dopo l’età del ferro (sec. X a.C.-IX a.C.). Sono sopratutto le necropoli, tra le quali la Necropoli Etrusca di Tarquinia, quelle di Vulci, Tuscania, Norchia e Castel d’Asso ad averci reso delle testimonianze preziose sulla civiltà etrusca, così diversa da tutte le altre per la sua lingua, la sua religione e per altre sue caratteristiche peculiari. I reperti di inestimabile valore tra i quali bronzi, sarcofagi, vasellame, oreficierie rinvenuti nelle necropoli ed aree urbane etrusche sono conservati, oltre che nei musei sparsi per il mondo, in vari musei della Tuscia, tra i quali nel Museo Nazionale Etrusco di Tarquinia, nel Museo Nazionale Etrusco di Viterbo, nel Museo Nazionale Etrusco di Tuscania, nel Museo Nazionale Archeologico di Vulci ed in altri musei del Viterbese. Le città e borghi medioevali della provincia di Viterbo sono per la maggior parte arroccati su caratteristici speroni di roccia tufacea dai lati scoscesi e delimitati da profonde vallate scavate nel tufo dall’erosione delle acque. Ne è un esempio particolare Civita di Bagnoregio. La zona dei Monti Cimini e le loro propaggini, - vicinissima a Roma ed esposta alle influenze artistiche provenienti dalla Città Eterna -, al fresco dei boschi di castagno, faggeti e noccioleti nascondono eleganti ville, palazzi e giardini risalenti sopratutto alla seconda metà del ’500. Tra questi sono da non perdere il Palazzo Farnese di Caprarola, la Villa Lante a Bagnaia (Viterbo) e il famoso unicum nell’architettura dei giardini, il Parco dei Mostri a Bomarzo, conosciuto anche come „Sacro Bosco”. Tra altri splendidi esempi di palazzi e ville della stessa zona dei Colli Cimini sono da menzionare il Palazzo Altieri ad Oriolo Romano ed il Castello Ruspoli di Vignanello.

La vicinanza geografica dell’intero territorio della Tuscia a Roma determinò da sempre lo scorrere della sua storia cui vicende furono strettamente legate alle sorti della stessa Città Eterna e dello Stato Pontificio da una parte ed agli eventi locali dall’altra. La rete viaria sopratutto con la Cassia/Francigena, l’Aurelia e le vie colleganti la fascia litorale del Mar Tirreno con la Valle del Tevere, permetteva la circolazione di merci, genti e culture già nel periodo etrusco-romano, influendo, oltre che sull’evolversi della storia, anche sulla trasmissione delle correnti artistiche nella zona. L’area del viterbese non ebbe una sua corrente artistica unitaria, essendo stata troppo vicina alla sfera d’influenza di Roma, presenta invece un quadro variegato, di grande interesse, delle tendenze artistiche provenienti da Roma, dalla Toscana, dall’Umbria e non solo. Alcuni centri storici della Tuscia si rivelano estremamente preziose sotto il profilo degli influssi artisitici nell’architettura, nella pittura, nella scultura, tra i quali Tarquinia (Palazzo Vitelleschi, Chiesa di Santa Maria in Castello, Chiesa di San Pancrazio e vari altri edifici), Tuscania (Basilica di San Pietro e Santa Maria Maggiore ed altri edifici), Montefiascone (Basilica di San Flaviano), Bolsena (complesso monumentale della Basilica di Santa Cristina), Viterbo, Basilica della Madonna della Quercia.

VISITE DI 1 GIORNO

Una giornata nel Viterbese. Tanti luoghi da scoprire,

Scopri...

TOUR 1-7 GIORNI

3 proposte Tour per scoprire la Tuscia. Gli itinerari sono personalizzabili in base ad esigenze specifiche

Scopri...

TOUR PER LE SCUOLE

visite guidate per scuole di ogni ordine e grado ai luoghi d’interesse storico-artistico, monumenti, aree archeologiche, chiese, musei nel territorio della provincia di Viterbo.

Scopri...

Prenotazione Guida e info 

+ 39 328 4248738  info@artinvistaguideviterbo.com